Non Solo Kawaii


Non Solo Kawaii


Non Solo Kawaii


Non Solo Kawaii


Non Solo Kawaii

Non Solo Kawaii
Home !Kawaii Box!, !Kawaii News!, Graphic, Photography, Place

Kawaii Book: Pink Box - Joan Sinclair ♥ Part 1

17 Novembre 2009 3 comments
Questo articolo ha immagini e contenuti erotici, se non avete più di 18 anni o vi sentite offesi da questo tema non proseguite la lettura, grazie.
♥ ♥ ♥ ♥ ♥
This article has erotic images and content, if you aren’t 18 years or more or you feel offended by this subject, please don’t read the rest, thanks.

 

“Pink Box, Inside Japan’s Sex Club”, è un libro documentario fotografico attraverso l’industra del sesso giapponese, la seconda più importante della nazione in termini di fatturato l’anno.

“Pink Box Inside Japan’s Sex Clubs” is a photographic documentary book through the Japanese sex industry, the second largest in the nation in terms of turnover per year.

Joan Sinclair - Pink Box - Cover
© Joan Sinclair - Pink Box - Cover

L’autrice del libro è Joan Sinclair, statunitense, e ha covato questo libro per 10 anni, prima di vederne la pubblicazione; nel 1995 si trovava a Tokyo e lavorava come insegnante di inglese quando apprese l’esistenza degli “image club”, i locali a tema in cui venivano ricreate le fantasie sessuali degli avventori, ed incuriosita cercò di saperne di più, ma poichè era donna, fotografa e straniera le vennero sbarrate molte porte. Tornò così negli Stati Uniti, a San Francisco, dove intraprese una brillante carriera di avvocato, ma non riuscì mai ad abbandonare il desiderio di conoscere cosa ci fosse dietro quelle porte che le erano state chiuse, così nel 2005 tornò in Giappone con l’intento di documentare quel mondo segreto.
Con pazienza e determinazione è riuscita a entrare piano piano in quel mondo che le era stato escluso parlando e facendo amicizia con le ragazze che lavoravano in quei club, con i manager e con i clienti.

The author of the book is Joan Sinclair, U.S., and has harboured this book for 10 years before publishing; in 1995 she was in Tokyo and worked as an English teacher when she learned of the existence of “image clubs”, the themed clubs in which there were re-created sexual fantasies of the customers, and intrigued she tried to find out more, but since she was a woman, a photographer and a foreigner her way was barred. Thus, she come back to the United States, in San Francisco, where she began a brilliant career as a lawyer but she was never able to leave the desire to know what there was behind those doors that were closed, so in 2005 she returned to Japan with the intention to document this secret world.
With patience and determination slowly she was able to enter into that world which was barred, talking and making friends with the girls who worked in those clubs, with the managers and the customers.

Joan Sinclair - Pink Box - Elevator Sex Fantasy Room, Reijo C'est Bien, Sappporo
© Joan Sinclair - Pink Box - Elevator Sex Fantasy Room, Reijo C’est Bien, Sapporo

Pink Box” è il nome della famosa sala da ballo privata del noto locale Juso Music strip club di Osaka, ma “Pink” è anche un nome che in Giappone fa riferimento all’industria del sesso, chiamata altrimenti fuzoku.
L’industrai del sesso è costruita da una complessa struttura di locali che si muovono tra la legalità e l’illegalità e che provvedono a qualsiasi tipo di fantasia (spesso con kawaii gal), piacere e prestazione, dalla semplice compagnia fino ad arrivare al rapporto completo, passando per le più disparate vie intermedie.

Pink Box” is the name of the famous private dance room of the well-known Juso Music strip club in Osaka, but ”Pink” is also the Japanese name for the commercial sex industry, ore else called fuzoku.
The sex industry is constructed by a complex structure of clubs moving between legality and illegality and attending to any kind of fantasy (often with kawaii gals), pleasure and performance, from simple company up to the intercourse, passing through all the kind of intermediate performance.

Joan Sinclair - Pink Box - Green gel play, Hotel Dayo Zenin Syugo, Osaka
© Joan Sinclair - Pink Box - Green gel play, Hotel Dayo Zenin Syugo, Osaka

Credo che gli uomini siano universalemente pervertiti; solo che in Giappone, facciamo qualcosa per questa situazione.
Mr. Taniguchi, 65, cliente
I think that men are universally perverted; it’s just that in Japan, we do something about it.
Mr. Taniguchi, 65, customer

Joan Sinclair - Pink Box - Kyoshi Shikkaku, Tokyo
© Joan Sinclair - Pink Box - Kyoshi Shikkaku, Tokyo

Mr. Taniguchi in queste parole riflette cosa significhi l’industria del sesso in Giappone, un mondo sommerso che provvede alle più disparate fantasie e bisogni della popolazione maschile, ed in piccola parte anche femminile.
Per capire meglio bisogna innanzitutto dire che dal 1958 la prostituzione in Giappone è illegale, ma nonostante ciò il sistema fuzoku accresce, aumentando le proprie entrate, grazie ai numerosi buchi legislativi. Per esempio, nelle famose Soapland viene ufficialmente offerto un bagno erotico e un massaggio eseguito da delle ragazze nude, il tutto pagato in anticipo, successivamente quello che accadrà in una stanza privata dipenderà solo dalla decisione presa tra il cliente e massaggiatrice, che verrà pagata direttamente per la prestazione extra, di cui la Soapland non risponderà.
Anche nei Pink Salons il cliente paga ufficialmente solo per dei costosi drink, che comprendono però anche il prezzo del sesso orale.

In these Mr. Taniguchi’s words there is reflected what sex industry means in Japan, a hidden world that provides the most disparate needs and fantasies of the male population, and in small part also female.
To better understand it’s necessay to said that since 1958 in Japan prostitution is illegal, but nevertheless the fuzoku system is expanding, increasing its revenue, thanks to the numerous holes in legislation. For example, in the famous Soaplands is officially offered an erotic bath and a massage performed by a naked girl, all paid before, then what will happen in a private room just depend on the decision between the client and the girl, who will paid directly for the extra performance, for which the Soapland not respond.
Even in the Pink Salons officially the client pays only for the expensive drinks, which include also the price of the oral sex.

Joan Sinclair - Pink Box - Race Queen Soapland, Kawasaki
© Joan Sinclair - Pink Box - Race Queen Soapland, Kawasaki

Il mercato del piacere in Giappone si muove all’interno di mille contraddizioni, non parliamo solo di legalità e illegalità, del peso della tradizione e di una nuova morale più rigida, ma soprattutto la dicotomia tra la superficie (tatemae) e realtà (hanne).
Tatemae è la regola sociale è spinge e obbliga i giapponesi a comportarsi in modo educato e formale soprattutto nel luogo di lavoro, hannae sono le vere emozioni, da cui il sistema fuzoku trae il proprio carburante.

The sex industry in Japan is moving within a thousand contradictions, not only concerning about legality and illegality, about the weight of tradition and a new strict morality, but especially about the dichotomy between the surface (tatemae) and reality (hanne).
Tatemae is the social rule which pushes and forces the Japanese to behave in a polite and formal way mainly at the work place, hannae are the true emotions, from which the fuzoku system gets its fuel.

Joan Sinclair - Pink Box - Foot fetish bar, Taboo, Tokyo
© Joan Sinclair - Pink Box - Foot fetish bar, Taboo, Tokyo

La cosa che più sorprende è che gli uomini pagano per avere il controllo e il potere, ma prima di poter appartarsi dovranno spesso dichiarare ai gestori del locale tutto quello che intendono fare nei minimi dettagli e attenersi a queste decisioni. Molto spesso in questo tipo di locali infatti è vietato l’ingresso ai non giapponesi, perchè più restii ad attenersi a quanto prestabilito.
Per esempio al Sei no Dendoshi (lett: Missionari del Sesso) di Ikebukuro a Tokyo vengono fatti compliare due tipi di questionario, il primo (pink questionnaire) nel caso si scelga di avere un “trattamento al pene”, il secondo (blue questionnaire) nel caso in cui si scelga un “trattamento all’ano”.

It is surprising that men pay to have the control and the power, but before going to a private room with a girl, they often have to declare to the managers of the clubs what they intend to do in detail and follow their decisions. In this type of clubs it is very often denied entry to the not-Japanese, because the foreigners are more reluctant to adhere to what was pre-estabilished.
For example, the Sei no Dendoshi (lit: Missionary of Sex) at Ikebukuro in Tokyo there are two types of questionnaire to fill, the first (pink questionnaire) is for the penis course the second (blue questionnaire) is for the “anal course”.

Joan Sinclair - Pink Box - Soapland room, Nishi Kawaguchi
© Joan Sinclair - Pink Box - Soapland room, Nishi Kawaguchi

Ecco un esempio di domande esplicite contenute nel pink questionnaire:
A. Stile base del gioco (sceglierne uno)
1. La ragazza guarda il pene e conversa
2. nessuna conversazione

An exaple of very explicit questions in the pink questionnaire:
A. Basic play style (circle one)
1. Girl watches penis and makes conversation
2. no converstaion         

Se paghi, non è tradimento.
Mr. Yamazaki, 36, cliente.
If you pay for it, it’s not cheating.
Mr. Yamazaki, 36, customer

Fine prima parte della review di “Pink Box”, nell’articolo successivo descrizione dei locali fuzoku e altro ancora.
End of first part of the review of “Pink Box”, in the following article there will be the description of the fuzoku clubs and more.

Joan Sinclair - Pink Box - Panty auction, Paradise TV Studio, Tokyo
© Joan Sinclair - Pink Box - Panty auction, Paradise TV Studio, Tokyo

Leggi anche la seconda parte dell’articolo: Kawaii Book: Pink Box - Joan Sinclair ♥ Part 2
Read also the second part of the article
Kawaii Book: Pink Box - Joan Sinclair ♥ Part 2

Titolo / Title: Pink Box, Inside Japan’s Sex Clubs
Autore / Author: Joan Sinclair
Lingua / Language: Inglese / English
ISBN-10: 0810992590
ISBN-13: 9780810992597
Editore / Publisher: “Harry N. Abrams, Inc.”
Data di pubblicazione / Published in: 2006
Pagine / Pages: 192
Dimensioni / Size: 24 cm x 21 cm x 2 cm
Prezzo / Price: £19.95
Official Website

Joan Sinclair - Pink Box - Panty auction, Paradise TV Studio, Tokyo
© Joan Sinclair - Pink Box - Club Mammoth, Tokyo

Joan Sinclair - Pink Box - Tissues and Flyers
© Joan Sinclair - Pink Box - Tissues and Flyers

Joan Sinclair - Pink Box - Manga x-rated
© Joan Sinclair - Pink Box - Manga x-rated

Laura

 
Kawaii Book: Pink Box - Joan Sinclair ♥ Part 2
Shunga e Manga ♥ Part 1
Shunga e Manga ♥ Part 2
Shunga, Arte ed eros in Giappone nel periodo Edo
 


Similar Posts:
Tags: , , , , ,
Condividi su Buzz

3 comments »

  • Miwa X3 said:

    Li ammiro i Giappini perché riescono a razionalizzare tutto, spesso esagerando secondo me(il questinario pre incontro), però non è una cosa da tutti!

  • Laura said:

    Pensa che ho trascritto solo la domanda “più pulita” del questionario… le altre andavano molto molto più sullo specifico!
    Sono davvero organizzatissimi!

  • Angela said:

    Veramente!!!
    La cultura italiana e quella giapponese sono proprio diverse…

Commenta! ♥ Comment!

Commenta, o fai trackback dal tuo sito. Puoi anche seguire i commenti via RSS.
Mi raccomando: sii kawaii =^.^= educato e no spam.
I commenti potrebbero venire revisionati nella forma e non nei contenuti.

Comment, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS. Please be kawaii and polite, no spam.
The form, not the content, of the comments could be revised.

Puoi usare questi tags: You can use these tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo blog supporta Gravatar. Per avere il tuo avatar personalizzato, registrati a Gravatar.
This is a Gravatar-enabled weblog. To get your own globally-recognized-avatar, please register at Gravatar.